Homepage

Van Eick

Selina

Candy

Ci chiamiamo Oscar e Paola, siamo due ragazzi di Como. Abitiamo a pochi passi dalla Svizzera, in un appartamento, con i nostri mici abissini e due gatte europee. Abbiamo deciso, in seguito alle nostre esperienze come proprietari di vari animali domestici di aprire un allevamento di questa splendida razza che abbiamo potuto incontrare alla prima mostra felina nel 2013 a Piacenza, dopo un colpo di fulmine, fra migliaia di razze feline, nello sguardo di un abissino innamorato. Abbiamo iniziato a prendere contatti quindi con gli allevamenti e dopo essere stati accolti nell'allevamento Quodlibet, grazie al loro sostegno e alla loro preparazione e seguendo i loro consigli derivanti da anni di esperienza, siamo diventati anche noi allevatori Anfi nel 2016. Da allora siamo costantemente impegnati nella cura dei nostri gatti che consideriamo come figli, e cerchiamo, sempre più, di migliorarci al fine di diventare prima che allevatori migliori, dei bravi genitori. Ci impegnamo attentamente anche nella selezione delle famiglie a cui affidiamo i nostri cuccioli, onde evitare che le esigenze di questi affettuosissimi gatti risultino incompatibili con la vita degli aspiranti padroni. Questa razza infatti, più di ogni altra cosa soffrono il distacco con i padroni, di cui tendono a sviluppare un vero e proprio innamoramento.

La storia

Le origini degli abissini, gatti appartenenti alle razze più antiche, sono tutt'oggi misteriose, poiché sfortunatamente pochi studi sono stati fatti in merito. Numerosi esperti collegano gli abissini ai gatti sacri divinizzati nell'antico Egitto, (“gatti dei faraoni”) ai quali sono i più somiglianti rispetto a molte altre razze antiche. I molti ritrovamenti mummificati sottolineano analogie ossee: entrambi hanno linee slanciate a sottili e i dipinti confermano un animale meno grande e massiccio rispetto al gatto europeo , con lungo collo e testa piccola, orecchie vistose, snello e slanciato con zampe e coda lunghe color ocra dorato. Fu solo nel 1871 che apparvero i primi documenti ufficiali sull'esistenza della razza, il gatto venne importato successivamente alla guerra di Abissinia, all'esposizione del Crystal Palace del 1971. La prima menzione ufficiale però si ebbe sono nel 1874 , nel libro inglese dell'autore Gordon Stables, intitolato “ Cats, their photos and classification”. Accanto alla stampa a colori dell'animale dal manto bluastro vi è riportata la didascalia “Zula, di proprietà della moglie del capitano Barret-Lennard”. Da allora il gatto iniziò ad interessare sempre più grande, tanto da motivare l'inizio di un programma di selezione .

La Razza

Carattere ed attitudine

Il gatto abissino, è molto più di un semplice felino. Per molti versi, sembra che all'interno di quel corpo agile, longilineo e scattante sia stato rinchiuso lo spirito di un cane fedele. Estremamente affettuoso e bisognoso di contatto, è espansivo e coccolone, adatto sia a vivere in una famiglia con bambini, sia a una più tranquilla vita domestica, anche in compagnia di altri gatti o altri animali. Lui stesso provvederà a vivacizzare la vostra vita, essendo un gatto molto giocoso e atletico, vi stupirà con mirabolanti acrobazie durante le sessioni si gioco. Vivace, ma mai distruttivo o aggressivo, non perderà mai occasione, nemmeno da adulto, di rallegrarvi la giornata. Sarà un gatto alla continua ricerca di amore. Mai vendicativo o aggressivo, si distinguerà oltre che per il calore che vorrà trasmettere, anche per la confidenza che concederà facilmente ad ogni persona che arriva a far parte della sfera famigliare; siano essi ospiti o amici o sconosciuti. Estremamente intelligente, riesce a ricordare con precisione ed a distanza di mesi dove ha nascosto o riposto i suoi piccoli tesori, quali giochini o piccoli oggetti a lui graditi, alcuni esemplari apprezzano particolarmente giocare al riporto con le palline, ed altri se educati fin da piccoli, si presteranno facilmente ad uscite con il guinzaglio per esplorare con voi l'ambiente circostante. Sconsigliamo tuttavia di lasciare il gatto libero senza supervisione, infatti, possedendo un territorio di caccia di circa 7 km 2, è facile che venga a contatto con altre persone, che apprezzando la sua estrema dolcezza decidano di prenderlo con se. Essendo abbastanza vanitoso, adora sentire complimenti a lui rivolti, ai quali risponde con melodiose fusa.

Con gli altri animali

Il gatto abissino non ha alcun problema a convivere con altri animali, difficilmente è un gatto che vuole essere “figlio unico” geloso o possessivo, a meno che non sia stato abituato a essere l'unico protagonistaq della vita familiare per lunghi periodi. Se così fosse, il suo carattere dominante lo porterà ad essere intollerante verso i nuovi arrivati, spesso senza possibilità che questo atteggiamento possa cambiare nel tempo. Normalmente però, un amico della stessa specie o cucciolata è quanto di meglio si possa desiderare per il suo benessere. In questo mondo il nostro gatto sarà in grado di divertirsi col compagno e di ripartire il suo infinito affetto fra il padrone e l'altro gatto. E' veramente un animale che crea un rapporto eccezionale, preferendo sempre e comunque il padrone, cercando coccole, abbracci, di dare piccoli baci tramite testatine affettuose, che ama strusciarsi, dare leccate e abbracci. Per quanto indipendente non potrà assolutamente mai fare a meno del legame affettivo con il padrone.

Contatti

Per contattarci se hai domande o sei interessato ad un abissino scrivici alla mail o telefona

Telefono:
+39 34610002 / 340 - 5567214
Email
oscar.vecchi@gmail.com

Lo Standard

Abissino / Somalo

ABY / SOM

Testa Forma Cuneiforme, di medie proporzioni, più larga nella parte superiore; il contorno dovrà essere morbido e grazioso
Naso Di media lunghezza
Di profilo la testa presenta una curva dolce, senza interruzioni (‘stop’) o naso diritto
Mento Forte e ben sviluppato
Muso Non deve essere appuntito
Una leggera incavatura (‘indentation’) è apprezzabile, mentre una pinzatura (‘pinch’) è un difetto
Orecchie Forma Grandi, a forma di mandorla, ben distanziati
Colore Brillanti ed espressivi, di colore ambra, verdi o gialli; il colore deve essere colore puro, netto ed intenso. Il contorno dell’occhio deve avere lo stesso colore del ‘ticking’.
Collo Aggraziato
Corpo Struttura Corporatura media, media lunghezza
Solido, agile e muscoloso, deve dare una sensazione di vigore.
Zampe Muscolose, lunghe e sottili, in proporzione con il corpo.
Piedi Piccoli ed ovali
Coda ABY/SOM Abbastanza lunga e affusolata, larga alla base
SOM Dovrebbe essere ricca di pelo
Mantello Struttura SOM Estremamente fine e il più possibile densa.
Tessitura molto soffice al tatto. Di media lunghezza, eccetto sulle spalle, dove dovrebbe essere appena più corta.
Verrà data la preferenza a quei gatti con collare (‘collaretta’) e ‘pantaloncini’ con pelo ben sviluppato.
Struttura ABY Corta, fine e compatta, ben aderente al corpo
Colore ABY Di preferenza, il ‘ticking’ dovrebbe essere distribuito in due o tre bande di colore su ogni pelo
Colore SOM Lo sviluppo del ticking è lento. La pelliccia definitiva si raggiunge all’et{ di due anni. Di questo si dovr{ tenere conto nel giudizio di giovani e cuccioli.
Per le varietà di colore si faccia riferimento alla tabella di seguito riportata.
Note Pelo bianco è tollerato sul mento e intorno alle narici
Difetti Testa Stop troppo profondo
Eccesso di marche sul muso
Orecchie Piccole o Appuntite
Occhi Tondi
Colore non definito
Assenza del contorno del colore del ticking intorno agli occhi
Corpo Impressione di compattezza (‘cobby’)
Coda Anelli sulla coda
Pelliccia Tono di colore freddo o sabbioso
Striature fantasma (‘ghost marking’) o altri residui tabby sul corpo e sulle zampe
Difetti che precludono il rilascio del certificato Testa Tipo siamese
Testa rotonda
Zampe Marche tabby (‘bar’) su tutte e quattro le zampe
Coda A forma di frusta
Mantello Sottopelo troppo chiaro, scuro o grigio
Assenza o poca presenza di ticking nelle parti dove è richiesto
Marche tabby ininterrotte nella zona del collo (‘necklace’)
Striature tabby su petto e ventre
Macchia bianca sulla gola (medaglione, ‘white locket’)
Ombreggiatura bianca che si estende sul petto

Riferimento:

http://abissinidihabashat.com/standard.pdf

Photogallery